La Fondazione nasce nel 1935 da un’idea di Mons. Alfredo Noseda insieme all’impegno della Congregazione delle Piccole Suore della Sacra Famiglia per far fronte alle esigenze sociali di cura dell’anziano nel paese di Morbio Inferiore. 
Una piccola villa con 20 letti e gestita interamente dalle religiose che negli anni si è trasformata ed è cresciuta fino ad avere oggi 121 posti letto e più di 150 collaboratori.

Le Piccole Suore della Sacra Famiglia esprimono la loro prossimità agli anziani a partire da una visione cristiana. La considerazione che la persona sia il capolavoro di Dio, caposaldo dell'azione pastorale del loro fondatore Beato Giuseppe Nascimbeni, stimola ad operare nel rispetto e nella valorizzazione della persona e della sua dignità fino al suo termine naturale. L'anzianità infatti porta in sè una grazia e una missione, ha una sua importanza e una sua bellezza, anche se segnata dalla fragilità. 

Le Piccole Suore si impegnano a costruire un luogo di umanità e di attenzione amorevole in cui offrire agli anziani una serena e famigliare ospitalità, un'assiduo conforto e una costante assistenza spirituale perchè ogni persona riconosca la dignità e la bellezza di cui Dio l'ha ricolmata e ne goda in pienezza. Per raggiungere tale obiettivo vivono la quotidiana presenza operando in sinergia con le diverse figure professionali condividendo una comune strategia e modalità di relazione nei confronti degli anziani e dei loro famigliari addattandosi continuamente al contesto sociale e culturale locale.